ST LOUIS, MO - AUGUST 09: Francesco Molinari of Italy waits to play his tee shot on the 17th hole during the first round of the 100th PGA Championship at the Bellerive Country Club on August 9, 2018 in St Louis, Missouri. (Photo by David Cannon/Getty Images)

Un bel manuale di tecnica, questo Finishing School di Steve Gould e D. J. Wilkinson, maestri titolari della Knightsbridge Golf School.

Le radici di questa antica scuola risalgono al leggendario Leslie King, il quale ebbe tra i suoi allievi Sean Connery nella preparazione al match contro Goldfinger; cosa che di per sé aprirebbe un capitolo intero e significativo della storia del golf nel cinema.

Il libro adotta un approccio per così dire “contrario alla norma”, nel senso che parte dal finish per tornare indietro nel movimento, con l’obiettivo di illustrare quali siano le posizioni “corrette”.

Un punto di forza notevole del volume è l’approccio visivo: il libro è infatti corredato da tantissimi disegni che chiariscono la differenza tra un movimento corretto e uno sbagliato e dunque inefficace.

Completa l’opera una serie di esercizi volti a far interiorizzare all’allievo le sensazioni che derivano da un movimento corretto.

Perché leggerlo? Per provare a migliorare lo swing anche con un aiuto visuale.


Steve Gould – D. J. Wilkinson, Finishing School. 2016, 224 pp., 27,00 euro (volume), 8,00 euro (Kindle).